Viaggiare per capire

L’immagine che molti hanno del Giappone è quella di un Paese moderno e all’avanguardia. La scoperta quando ci arriviamo è invece la convivenza felice tra questo aspetto e quello della tradizione. La mitologia è ben presente anche nella vita di tutti i giorni.

manainotakiLa zona in cui si concentrano i luoghi della mitologia giapponese è la prefettura di Miyazaki, nella parte sudorientale dell’isola di Kyushu. La città più importante è Fukuoka e quella più tristemente nota è Nagasaki. Siamo in un’isola dal clima subtropicale, dove cocco e mango vengono coltivati con successo, oltre al the. Inoltre troviamo moltissime sorgenti di acque termali.

Cascata Manainotaki

La leggenda narra che proprio in questa zona del Giappone gli dei scesero dal cielo per la prima volta. La cascata Manainotaki pare essere stata creata da un seme di acqua portato dagli dei. Una gola stretta dove il contrasto tra il colore dell’acqua nella valle profonda e i raggi di luce che arrivano dalla superficie, creano un incanto.

Udo Shrine

Percorrendo un sentiero a picco sulla costa dell’Oceano Pacifico arriviamo a un tempio unico, udo shrinedove la lacca vermiglia si staglia all’interno di una caverna. La roccia di fronte all’edificio principale si chiama Kameishi e la leggenda vuole che la dea Toyatama Hime uscisse dal mare sul dorso di una tartaruga, per partorire. Questa tartaruga si è poi trasformata in roccia. Vi è una piccola cavità verso la quale gli uomini con la sinistra e le donne con la destra, lanciano le palle della fortuna. Se le palle riescono ad entrare nella cavità, i desideri espressi si realizzeranno.

ogres washboardOgre’s Washboard (Oni no Sentakuita)

Formazioni rocciose a forma di onda che circondano l’isola di Aoshima. Sono così precise che qualcuno pensa siano opera dell’uomo. In realtà è un fenomeno naturale dovuto all’erosione delle onde. “Oni” in genere si manifesta nel folclore locale come figura enorme e spaventosa. “Sentakuita” è una tavola utilizzata dalle lavandaie: quindi questa costa è quella dove Oni faceva il bucato! Sull’isola si trova anche il tempio Aoshima, molto richiesto per i matrimoni.

Saitobaru

Il cimitero a tumuli di Saitobaru è stato costruito tra il III e il VII secolo, con oltre 300 siti sparsi su un’area molto vasta e protetta quale parco storico.fiori di ciliegio
La zona è anche molto conosciuta per la grande produzione di fiori simbolo della prefettura di Miyazaki: i ciliegi e la colza fioriscono tra marzo e aprile, i girasoli in luglio, i cosmos tra ottobre e novembre. Il contrasto tra il rosa dei fiori di ciliegio e il giallo della colza è uno spettacolo imperdibile.

firma-big

Ho partecipato al corso organizzato dall’ente del turismo del Giappone e sono diventata Japan Specialist!!! In grado quindi di guidarvi nell’organizzazione della vostra vacanza in questo Paese straordinario Japan Specialist

Condividi!