Il Kerala è una regione dell’India meridionale dove si possono trovare diversi luoghi interessanti per il visitatore. La costa è pianeggiante, mentre all’interno si trova la catena montuosa dei Ghat occidentali che possono arrivare anche a 2500 metri di altitudine. In varie aree si sente parlare di “Backwaters”: si tratta di un sistema di lagune con mangrovie e foreste pluviali visitabili in barca o con le “Houseboat” (barche con cabine per dormire).

Il monsone di sud-ovest porta piogge da giugno a settembre, mentre quello di nord-est arriva tra ottobre e novembre. Il periodo caldo va da aprile a maggio, quello migliore (caldo e secco) da dicembre a marzo. Ci sono buone ragioni per andarci anche durante la stagione dei monsoni. In questo modo potrete approfittare dei prezzi della bassa stagione. La vegetazione è più sussureggiante e le innumerevoli cascate sono a pieno regime.

KOVALAM – si tratta di una spiaggia che si trova a 15 chilometri dalla capitale Thiruvananthapuram. Ricca di resort per godere Mar Arabico sulla costa occidentale dell’India. La zona è nota per la grande varietà di pesci, vecchi templi Hindu, grandi chiese e una moschea. All’epoca hippy era una delle mete più gettonate.

MUNNAR – è una stazione collinare sui Ghat Occidentali. Qui si trovano le Viaggi in India - piantagione di themaggiori piantagioni di the della regione. Oltre a cascate, e picchi spesso nascosti alla vista da una nebbiolina leggera.

MATTUPETTY – incastonata tra le colline ondulate ricche di piantagioni, non lontano dal picco Anamudi, a 13 chilometri dalla famosa cittadina di Munnar si trova questa delizia per gli amanti della natura. Mattupetty offre diversi siti affascinanti, tra il verde brillante delle piantagioni di the, quello più tenue dei prati e la foresta ideale per il trekking e habitat di varie specie Viaggi in India - Kerala Houseboatdi uccelli.

ALAPPUZHA – nota anche con il nome di Alleppey, è considerata la città con il più antico piano regolatore del Kerala. Il suo faro è il primo costruito sul Mar Arabico. Una delle più incredibili esperienza da fare ad Alappuzha è un crociera su “houseboat” nelle “Backwaters”.

WAYANAD – questo distretto si trova nella parte nord-orientale del Kerala e la sua altitudine varia da 700 a 2100 metri. Foreste molto dense di vegetazione, profonde vallate e giungla impenetrabile sono le caratteristiche di questo distretto poco popolato.

KUMARAKOM – è un villaggio situata su un’isoletta sul lago Vembanad. Le attività vanno dalle gite in barca, alla pesca.

ASHTAMUNDI – questo lago è considerato il punto di partenza per le “Backwaters”: un ecosistema di terre paludose enorme, secondo solo all’estuario del Vembanad.

THEKKADY – qui si trova il Parco Nazionale Periyar, famoso per la vegetazione sempreverde, oltre a una

zona di savana. Possiamo trovare elefanti, tigri, macachi e altri animali. Inoltre spezie quali pepe, cardamomo, cannella, noce moscata, zenzero e chiodi di garofano.

ATHIRAPPALLI – è una combinazione di foreste e ruscelli, dove si trova la più alta cascata del Kerala

alta quasi 25 metri. Si tratta dell’unica area dei Ghat Occidentali dove si trovano rari esemplari di buceri, specie in pericolo di estinzione. I Ghat Occidentali sono uno dei più importanti luoghi al mondo per la biodiversità.

VARKALA – è una cittadina sulla costa con scogliere a picco, uniche in tutto il Kerala.

firma-big

Condividi!