Emirati Arabi non significa solo Dubai

Oggi desidero parlarvi di un emirato ancora poco conosciuto al pubblico italiano. Di sicuro interesse per chi desiderasse una vacanza non troppo lontano da casa, approfittando di un clima invidiabile.

Ras Al Khaimah si trova nella parte settentrionale degli Emirati Arabi Uniti, ed è il quarto Emirato per estensione. I confini sono: a sud l’Emirato di Umm Al Quwain e l’Emirato di Fujairah, a nord con il Sultanato dell’Oman, a ovest il mare del Golfo Persico.

Il territorio dell’Emirato è molto variegato, andando da 64 chilometri di spiagge di sabbia, alla catena montuosa Hajar dove si trova la cima più alta degli Emirati: Japel Jais 1930 metri. Tra mare e monti si trova il deserto di sabbia rossa con oasi di palme e poi una pianura verdeggiante.

La capitale è Ras Al Khaimah (meglio nota come Rak City) è una città moderna ed è divisa in due parti da un canyon naturale. Nel centro storico si trovano le sedi governative, le aree residenziali e i mercati. ad Al Nakheel invece ci sono edifici e attività commerciali e amministrative. Oltre alla città, i turisti possono soggiornare nella zona di Al Hamra e Al Marjan Island che si trovano nella parte meridionale dell’Emirato.

Il sole è una costante tutto l’anno, con qualche breve piovasco tra novembre e marzo. Il periodo migliore per godere delle bellezze di questo Paese va da ottobre a maggio. Durante la nostra estate invece le temperature sono davvero alte.

La posizione dell’Emirato ha facilitato gli scambi commerciali e culturali con altri popoli, ma anche attirato diversi invasori. Dai Sassanidi, agli islamici del Golfo Arabico, ai portoghesi, olandesi e inglesi.

Un po’ di storia

I primi reperti archeologici rinvenuti vicino ad Al Hamra risalgono al periodo Ubaid (5500-3800 a.C.), del periodo Haffet (3200-2600 a.C.) rimangono delle tombe in pietra a doppia camera delle montagne. Lo sviluppo principale è stato durante l’epoca Umm al-Nar (2600-2000 a.C), conosciuta per le tombe circolari dalle parete ornate di graffiti. Il sito archeologico principale si trova a nord e risale all’occupazione Sassanide (300-632 a.D.). All’era Abbaside dell’Impero Islamico risale il castello di Al Khoush che è stato abitato per circa 700 anni. Dal XIV secolo, la popolazione si è insediata lungo la costa nell’area del villaggio di pescatori Julfar. Proprio a Julfar è nato il celebre navigatore Ahmad Ibn Majid, noto come “Leone dei Mari” e per aver guidato Vasco Da Gama verso le indie.dromedario

Safari fotografici e bird-watching

Tra luglio e novembre e tra aprile e maggio, nei wadi e sulle montagne è possibile osservare pernici, usignoli, avvoltoi e falchi. C’è anche la possibilità di ammirare i falchi durante la caccia! Lungo la costa si incontrano trampolieri, pivieri, aironi, sterne e gabbiani, mentre in pianura ghiandaie, upupe e parrocchetti. Vengono organizzati anche dei safari fotografici alla ricerca di gazzelle di montagna e gazzelle arabiche, cammelli, asini selvatici, volpi rosse delle sabbie, gatti delle sabbie, e i piccoli roditori gerbilli.

Ecco 10 motivi per andare in vacanza a Ras Al Khaimah:

– Un territorio in buona parte preservato
– Tradizione di accoglienza millenaria che offre una calda ospitalità
– Sistema ricettivo moderno, efficiente e di qualità elevata
– Voli da Roma e Milano con uno scalo a Doha
– Un Paese islamico che lascia però ampia libertà ai viaggiatori nelle aree turistiche
– Esperienze gustative dove i sapori dell’Oriente tradizionale si sposano con le tendenze gastronomiche internazionaliRas_al_Khaimah_Beach
– Meta attrezzata per tutte le tipologie di turisti. Coppie, gruppi di amici, famiglie, sportivi, appassionati di natura, di trekking, di sport acquatici
– Tradizione e patrimonio archeologico conservati e studiati da ricercatori internazionali
– Estate garantita tutto l’anno

Note importanti

Negli Emirati Arabi Uniti, la maggior parte della popolazione è straniera e laica, tuttavia è bene ricordare che l’abbigliamento nei luoghi pubblici deve essere rispettoso degli usi del posto e di conseguenza è necessario avere spalle e ginocchia coperti.
Anche in riferimento al consumo di alcool ci sono alcune restrizioni: viene venduto in bar e ristoranti degli hotel, ma non nei locali frequentati anche da locali. Durante il periodo di Ramadan, spesso anche gli hotel applicano delle limitazioni.

firma-big

Ho partecipato al corso organizzato da Qatar Airways e l’Ente del Turismo e sono diventata Ras Al Khaimah Specialist!!! In grado quindi di guidarvi nell’organizzazione della vostra vacanza in questo Emirato. Ras Al Khaimah Specialist

Condividi!