Tennessee: uno degli Stati Uniti d’America meno noti ai viaggiatori italiani, eppure sorprendente sotto molti punti di vista.

La formula fly & drive è secondo me la migliore per visitare gli Stati Uniti in generale, e il Tennessee non fa eccezione. In questo modo potremo modulare l’itinerario sulla base degli interessi di ognuno. Sia dal punto di vista musicale, che paesaggistico e culinario.

Ecco un itinerario fly & drive di 14 giorni, che si potrà variare all’occorrenza.

Ho organizzato alcune cene a tema per promuovere il Tennessee, durante le quali ho fatto gustare alcuni piatti degli Stati Uniti del Sud e provare il nuovo #JackHoneydopocena. Qui trovate il menu.

1° giorno – MEMPHIS

Bene arrivati nel luogo natale del Rock’n’Roll! Si può ben capire perché sia una delle città più amate del Sud: la cultura musicale, le rotte storiche e anche la calda cucina meridionale.

2°/3° giorno – MEMPHIS

Consigliamo iniziare le visite con il museo del Rock’n’Roll Soul e il museo Stax, dove ci sarà particolare attenzione a star quali Tina Turner e Aretha Franklin. E’ possibile fare un giro a Sun Studio, dove registravano Johnny Cash, Jerry Lee Lewis ed Elvis Presley.

Piacevole percorrere la storica Beale Street lungo la quale sorgono bar specializzati in musica jazz e blues tra cui BB King e Rum Boogie Café.
Gli amanti della storia potranno raccogliere moltissime informazioni presso il National Civil Rights Museum.
Imperdibile Graceland: la casa di Elvis!!!
Impossibile non lasciarsi tentare dai famosi barbecue: qui si trovano le puntine migliori del sud!

4° giorno – MEMPHIS – JACKSON – NASHVILLE (345 km)

Lasciamo la città del R&B per raggiungere Jackson, la città dove il blues è linfa vitale. Qui si possono osservare i vecchi treni a vapore e ripercorrere il periodo dell’avanzata delle ferrovie americane. Proseguimento per Nashville con arrivo in serata.

5°/6° giorno – NASHVILLE

Molti i luoghi interessanti da visitare in questa città. Iniziamo con Country Music Hall of Fame e il museo dove si trova anche al famosa Cadillac d’oro di Elvis. Passeggiando lungo le strade della città sarà facile imbattersi in negozi di dischi vintage e chitarre. La sera musica live presso Grand Ole Opry, gustando uno dei piatti locali: Goo Goo Cluster. E sempre in serata i bar lungo Lower Broadway propongono musica honky-tonk.
Durante il soggiorno a Nashville, vale la pena fare un giro a Lynchburg per visitare le distillerie Jack Daniel’s. Qui si potrà conoscere il processo di lavorazione di questo distillato famoso nel mondo intero. Recentemente è stato sviluppato un nuovo prodotto, Jack Honey, da bere ghiacciato per gustarne al meglio i sentori di miele.

7° giorno – NASHVILLE – OAK RIDGE – NORRIS – KNOXVILLE (326 km)

E’ ora di andare a oriente. La prima tappa è la “città segreta” Oak Ridge con il museo della Scienza e dell’Energia. In seguito fermata a Norris per il Museo di Appalachia. Arrivo a Knoxville che si trova sulle rive del fiume che dà il nome allo Stato intero, ai piedi delle Smoky Mountains.

8° giorno – KNOXVILLE

Anche a Knoxville la scena musicale è vibrante con performance dal vivo di vari generi. I luoghi più interessanti da visitare sono Market Square District, la città vecchia e il Volunteer Landing: il molo da dove partono le crociere sul fiume. Da non perdere il simbolo della città Sunsphere da dove è possibile scattare belle immagini dello skyline cittadino.

9° giorno – KNOXVILLE – BLUE RIDGE PARKWAY – ASHVILLE (228 km)

Oggi ci aspetta il bel Cherokee National Forest, prima di passare il confine per recarci in North Carolina e percorrere la celebre Blue Ridge Parkway: una delle strade panoramiche più suggestive degli Stati Uniti tra foreste e picchi montani. Arrivo alla città eclettica Asheville per una serata tra birrerie e piatti cucinati davanti ai clienti.

10° giorno – ASHVILLE – SMOKY MOUNTAINS – SEVIERVILLE (160 km)

Si continua a percorrere la Blue Ridge Parkway per raggiungere il sito dell’UNESCO Great Smoky Mountains National Park, che gli indiani Cherokee chiamano “luogo del fumo blu”, spesso immerso nella nebbia che crea un alone di mistero. E’ il parco più visitato dagli statunitensi e si può girare a piedi, in auto, bicicletta, moto e anche in elicottero. Si torna in Tennessee con pernottamento a Sevierville, città natale di Dolly Parton.

11° giorno – SEVIERVILLE

Consigliamo di recarsi a Pigeon Forge, dove si trova Dollywood: il parco a tema che celebra Dolly Parton e la musica country tra negozi di artigianato degli Appalachi.

12° giorno – SEVIERVILLE – CHATTANOOGA (225 km)

Oggi guidiamo ai piedi dei monti Appalachi per giungere a Chattanooga, una delle città americane con più verde.

13° giorno – CHATTANOOGA 

Cittadina sviluppatasi lungo il fiume, con numerose attività all’aperto. Il centro storico si può visitare utilizzando la navetta elettrica gratuita, consigliamo gustare un drink al Chattanooga Choo Choo Terminal Station Complex reso famoso da una canzone di Glenn Miller. La nota barca a vapore Delta Queen è ora ormeggiata permanentemente. Per i più avventurosi consigliamo una corsa a ostacoli sugli alberi.

14° giorno – CHATTANOOGA – ATLANTA (200 km)

Ultimo giorno che serve per arrivare all’aeroporto internazionale di Atlanta in tempo per il volo intercontinentale che ci riporta a casa.

Condividi!