In collaborazione con Jack Daniel’s e Gnammo.com abbiamo proposto una serata tutta intorno alla storica marca di whiskey americano con piatti sono tipici degli Stati Uniti del sud.

Durante la cena c’è stato spazio per una panoramica sui luoghi di interesse storico, culturale e paesaggistico del Tennessee. (Per vedere l’itinerario pensato per questa destinazione clicca qui.)
Siamo poi passati a un inquadramento del Tennessee whiskey nella cornice dei principali whiskey statunitensi. Confronto e differenze fra Bourbon whiskey, Tennessee whiskey e Rye whiskey. Abbiamo quindi concluso con un gran volo sulla mitica storia del proibizionismo statunitense nei ruggenti anni ’20. Fra moralismo, gangster del contrabbando e definitivo fallimento di quell’esperienza. Ma fino a un certo punto, perché proprio oggi il Tennessee – luogo di produzione del rinomato Jack Daniel’s – è paradossalmente uno stato in prevalenza “dry”, in cui è proibita cioè la vendita di alcolici!

Ci siamo così preparati nel migliore dei modi alla degustazione conclusiva di uno dei prodotti del catalogo Jack Daniel’s dedicato in particolare a chi si avvicina al mondo del Tennesse whiskey: il morbido e carezzevole #JackHoneydopocena

Ecco il menu di questa serata divertente e ricca di nuovi stimoli, i titoli in rosso sono relativi a ricette pubblicate sul sito, cliccate per visualizzarle.

Pomodori verdi fritti

Pomodori verdi, farina00, semola di grano duro, olio di arachidi, uova, sale

Cornbread

Farina di mais, lievito, uova, burro, latte, yogurt, bicarbonato di sodio, sale

Maccheroni al formaggio

Pasta di semola di grano duro, formaggio Cheddar, Parmigiano Reggiano, latte, burro, panna, sale, pepe nero

Caesar Salad

Lattuga romana, pane casereccio, pollo, Parmigiano Reggiano, uova, olio extra vergine di oliva, limone, salsa Worchestershire, rosmarino, pepe nero.

Brownies

Cioccolato fondente, uova, zucchero, farina00, cacao amaro, burro, vaniglia, sale

Il tutto accompagnato da vini bianchi e rossi italiani, pane bianco e pane ai cereali, the freddo artigianale e l’immancabile Jack Honey a chiudere la serata.

Condividi!