L’Etiopia è un Paese che mi affascina da sempre. Sia per la parte settentrionale con le chiese scavate nelle rocce, che per la regione estrema della Dancalia, che per l’incredibile varietà di popolazioni che si trovano nella Valle dell’Omo. In due occasioni ho promosso questa destinazione e ho voluto far provare profumi e sapori del posto. Il riferimento nel menu a quanto l’Etiopia era una colonia italiana è del tutto ironico. L’amica Azeb mi ha aiutata molto in questo progetto. Sia per le ricette che per la sua spettacolare cerimonia del caffè. Ecco a voi il menu scelto per queste serate, i titoli in rosso sono relativi a ricette pubblicate sul sito, cliccate per visualizzarle.

firma

Maccheroni del camerata

pasta di semola di grano duro, pomodoro, aglio, mozzarella, prezzemolo, basilico, pangrattato, grana padano, olio extra vergine di oliva, sale

Scirò

cipolla bianca, aglio, burro chiarificato, acqua, pomodoro fresco, scirò (un mix di farina di ceci e berberé), saleRicette etniche: alichà etiope

Doro Wot con riso basmati

pollo, cipolle bianche, burro chiarificato, aglio, cumino in polvere, zenzero in polvere, berberé in polvere (mix di spezie a base di cumino, aglio, cardamomo, pepe nero, porro, peperoncino piccante, zenzero, curcuma), uova, limone, riso basmati

Alichà

carote, patate, cipolle bianche, verza, peperoncini freschi dolci, curcuma in polvere, cumino in polvere, zenzero in polvere, sale, olio di semi di girasole

Frutta

banane, arance, ananas

I the della serata:

the rosso etiope Tosign aromatizzato al timo servito caldo durante la fase di accoglienza e durante la cena
the verde cinese aromatizzato al lychee servito freddo durante la cena, in purezza o con l’aggiunta di bollicine

Condividi!